martedì 14 novembre 2017

La presentazione delle Lettere Commendatizie per la Nunziatura in Libia

L’Arcivescovo Alessandro D’Errico ha rivolto una narrativa ai Vescovi della CERNA (Conferenza Episcopale della Regione del Nord Africa), riuniti domenica 12 Novembre 2017 nella concelebrazione della Santa Messa nella Cattedrale di Tunisi. Nel discorso con cui ha illustrato la presentazione, per il suo incarico di Nunzio a Malta e in Libia, delle Lettere Commendatizie del Cardinale Segretario di Stato Piero Parolin all’Arcivescovo di Algeri S.E. Mons. Paul Desfarges, S.I., Presidente della CERNA, egli ha narrato il percorso pastorale e diplomatico svolto nei mesi precedenti a Malta prima di recarsi personalmente nella Chiesa africana a cui Papa Francesco lo ha inviato come Nunzio Apostolico.


Con la presentazione delle Credenziali per il Nunzio e i suoi collaboratori si apre ufficialmente la possibilità di avviare proficuamente i contatti e la visita in Libia “con quelle comunità, che si trovano a vivere la loro testimonianza di fede in situazioni alquanto delicate”.


Vanno sottolineati sia nel discorso, e sia nell’ambientazione della visita a Tunisi, i riferimenti ecclesiali e le suggestioni spirituali che hanno spinto il Vescovo Alessandro a richiamare le tematiche ispirative della patristica, del paleocristianesimo africano e, sicuramente per la sua personale riflessione, le esperienze dei santi antichi e moderni legati al cristianesimo in Africa settentrionale, come appare dalla venerata presenza delle icone del santo vescovo Agostino e del beato Charles de Foucauld nei locali della Cattedrale. Come particolarmente significativo va sottolineato anche il riferimento di Mons. D’Errico all’incontro tenuto a Tunisi con il vescovo Luciano Russo, Nunzio Apostolico in Algeria e Tunisia, “suo amico proveniente anche lui dal Clero della Diocesi di Aversa”.


Le giornate di Tunisi (l’accoglienza all’aereoporto da parte dell'Arcivescovo Ilario Antoniazzi, la Santa Messa con i vescovi della CERNA registrata con un breve video, il suo discorso alla presentazione delle credenziali e gli incontri di lavoro) sono state direttamente commentate dal Nunzio sulla sua pagina social.

Sulla stessa pagina dal Nunzio sono stati brevemente commentati ed illustrati con fotografie anche alcuni altri incontri, ecclesiali e di cortesia, tenuti a Malta a fine ottobre e nei primi giorni di Novembre: li riportiamo dopo la lettura del Discorso, sia in francese e sia in italiano, della presentazione delle Lettere Commendatizie.


DISCORSO alla CERIMONIA DI PRESENTAZIONE DELLE LETTERE COMMENDATIZIE AL PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DEI VESCOVI DEL NORD AFRICA
(Cattedrale di TUNISI , 12 novembre 2017)

------------------------------------------------
Paroles du Nonce Apostolique en Libye Archevêque Alessandro D’Errico, à la cérémonie de Présentation de la Lettre de Recommandation a S.E. le Président de la CERNA (Cathédrale de Tunis, 12 novembre 2017)
Excellences,

Chers Confrères,
Chers Religieux et Religieuses,
Frères et Sœurs,
Je suis heureux d’être ici aujourd’hui dans cette belle Eglise Cathédrale et encore plus de me trouver pour la première fois dans cette terre bénie, si riche de tradition de foi et d’histoire patristique.
Comme vous le savez, le Saint Père François m’a nommé Nonce Apostolique à Malte et en Libye, le 27 Avril dernier. Je suis arrivé à Malte au mois d’août et dans les mois passés j’ai jugé opportun de me concentrer avant tout sur ma mission à Malte.
Depuis quelques semaines, avec mon Collaborateur Mons. Simón Bolívar Sánchez Carrión, nous nous disions qu’il était temps de penser à une visite en Libye, pour prendre un premier contact direct avec les communautés qui vivent là-bas leur témoignage de foi dans des situations très délicates.
Nous nous demandions aussi comment organiser une Rencontre avec le Président de la Conférence des Évêques de la Région Nord de l’Afrique (CERNA), de laquelle est membre S.E. le Vicaire Apostolique de Tripoli et Administrateur Apostolique de Benghazi, S.E. Mons. George Bugeja. En effet, comme vous le savez peut-être, quand un Nonce Apostolique commence sa mission, il reçoit du Saint Siège deux Lettres de Créance: une pour le Chef de l’État ou il est envoyé; et l’autre, que nous appelons Lettre de Recommandation, qui est adressée au Président de la Conférence Episcopale du Pays ou de la Région ecclésiastique compétente.
Dans ce contexte, nous avons appris avec joie la nouvelle que ces jours-ci, à Tunis, il y aurait eu une Réunion de la CERNA. Nous l’avons accueillie avec plaisir, et nous sommes venus ici non seulement en pèlerinage à ces lieux sacrés chargés d’histoire patristique, mais aussi pour présenter la Lettre de Recommandation que S.Em. le Cardinal Secrétaire d’État a adressée à S.E. Mons. Paul Desfarges, S.I., Archevêque d’Alger et Président de la CERNA.
Hier nous avons eu une journée de prière et de réflexion, tous ensemble, avec les dignes Pasteurs des Eglises particulières de l’Afrique du Nord. Cette après-midi aura lieu la première réunion de travail, à laquelle participera aussi S.E. Mons. Luciano Russo, Nonce Apostolique en Algérie et Tunisie, très cher ami à moi, provenant lui-même du Clergé du Diocèse d’Aversa, en Italie, avec lequel j’ai partagé les joies et les espoirs des années de formation sacerdotale.
Chères Excellences, les Evêques de la CERNA, je voudrais vous dire que je serai bien content d’écouter vos expériences: mon vif désir est apprendre de vous et de recevoir vos conseils fraternels. Pour ma part, je peux vous assurer que je ferai tout mon possible pour accomplir ma mission en Libye en communion avec vous, pour le bien de l’Eglise de Dieu qui est à Tripoli et à Benghazi.
Je confie mes espérances et mes sentiments aux Saints Augustin et Cyprien, Vincent de Paul et Olive, Perpétue et Félicité. Et sur les Églises confiées à votre sollicitude pastorale, j’implore à travers eux abondance de bénédictions et de grâces.
____________________________
TRADUZIONE IN LINGUA ITALIANA

____________________________
Parole del Nunzio Apostolico in Libia, Arcivescovo Alessandro D’Errico, alla Cerimonia di Presentazione delle Lettere Commendatizie al Presidente della CERNA
(Cattedrale di Tunisi, 12 novembre 2017)

Eccellenze,

cari Confratelli nel Sacerdozio,
cari Religiosi e Religiose,
Fratelli e sorelle,
Sono contento di essere qui oggi in questa bella Chiesa Cattedrale e ancora più lieto sono di trovarmi per la prima volta in questa terra benedetta, così ricca di tradizione di fede e di storia patristica.
Come sapete, il Santo Padre Francesco mi ha nominato Nunzio Apostolico in Malta e in Libia il 27 aprile. Sono arrivato a Malta nel mese di agosto e nei mesi scorsi ho ritenuto opportuno concentrarmi soprattutto sulla mia missione a Malta.
Tuttavia, da qualche settimana, insieme al mio Collaboratore Mons. Simón Bolívar Sánchez Carrión, ci dicevamo che era ormai tempo di pensare ad una visita in Libia, per un primo contatto diretto con quelle comunità, che si trovano a vivere la loro testimonianza di fede in situazioni alquanto delicate. Ci domandavamo anche come organizzare un Incontro con il Presidente della Conferenza Episcopale dei Paesi del Nord Africa CERNA, della quale è membro il Vicario Apostolico di Tripoli e Amministratore Apostolico di Bengasi, Sua Eccellenza Mons. George Bugeja. E ciò perché, come forse saprete, quando un Nunzio Apostolico inizia la sua missione, riceve della Santa Sede due Lettere Credenziali: una per il Capo dello Stato al quale è inviato; e un'altra, che chiamiamo Lettere Commendatizie, indirizzata al Presidente della Conferenza Episcopale di competenza.
In questo contesto, abbiamo appreso con grande gioia la notizia che in questi giorni si sarebbe svolta a Tunisi una Riunione della CERNA. Sicché la abbiamo accolta volentieri, e siamo venuti qui non solo in pellegrinaggio a questi luoghi sacri di storia patristica, ma anche per presentare le Lettere Commendatizie del Cardinale Segretario di Stato, all’Arcivescovo di Algeri S.E. Mons. Paul Desfarges, S.I., Presidente della CERNA.
Ieri abbiamo avuto una giornata di preghiera e di riflessione insieme ai degnissimi Pastori delle Chiese particolari che sono nel Nord Africa. Questo pomeriggio ci sarà la prima Riunione di lavoro, alla quale tra l’altro parteciperà anche Mons. Luciano Russo, Nunzio Apostolico in Algeria e Tunisia, mio carissimo amico, proveniente anche lui dal Clero della Diocesi di Aversa, in Italia, con il quale ho condiviso gioie e speranze del periodo di formazione sacerdotale.
Care Eccellenze, Vescovi della CERNA, fin d’ora vorrei dirvi che sarò ben lieto di ascoltare le vostre esperienze: è mio vivo desiderio di apprendere da voi e giovarmi dei vostri fraterni consigli. Da parte mia, posso assicurare che farò tutto il possibile per svolgere la mia missione in Libia in comunione con voi, per il bene della Chiesa di Dio che è in Tripoli e in Bengasi.
Affido le mie speranze e i miei sentimenti alla intercessione dei Santi Agostino, Cipriano, San Vincenzo de' Paoli, Oliva, Perpetua e Felicita; e sulle Chiese affidate alla vostra sollecitudine pastorale, imploro attraverso di essi abbondanza di benedizioni e di grazie.



Di seguito leggiamo i commenti direttamenti postati da Mons. D’Errico sulla sua pagina social. Dal 30 ottobre al 13 novembre 2017.

Incontro con S. E. Il Prof. UGO MIFSUD BONNICI, Presidente emerito della Repubblica di Malta, e Consorte (Ambasciata d'Italia a Malta, 30 ottobre 2017).

Incontro di lavoro con i Vescovi e i Collaboratori amministrativi dell'Arcidiocesi di Malta e della Diocesi di Gozo (31 ottobre 2017).

Santa Messa alla MARIAPOLI del MOVIMENTO dei FOCOLARI, con la sorpresa della partecipazione di tante persone provenientI dal Pakistan, dalla Thailandia e dal Brasile. Una bella esperienza dell' universalità della Chiesa, nello spirito di amore e di unità dell'OPERA di MARIA (Movimento dei Focolari) (Malta, 5 novembre 2017).

Della serie "Italiani affermati nel Mondo". Incontro con il Dott. FRANCESCO CASSANELLI, già Comandante Alitalia, Socio della famosa Gelateria RIVA RENO di San Julian's e Sliema (6 novembre 2017).

Incontro con S. E. La Signora G. KATHLEEN HILL, Ambasciatrice degli STATI UNITI D'AMERICA (7 novembre 2017)

Visita di S. E. Mons. EMANUEL BARBARA, OFM Cap., Vescovo missionario maltese di Malindi (Kenya), e del Rev. Fra HAYDEN WILLIAMS, Definitore della Provincia Cappuccina di Malta (7 novembre 2017).

Arrivo all'aeroporto internazionale di Tunisi-Cartagine, per l'Assemblea annuale della CONFERENZA DEI VESCOVI DEL NORD AFRICA. Incontro con l'Arcivescovo di Tunisi, S. E. Mons. ILARIO ANTONIAZZI (Tunisi, 11 novembre 2017).

La Santa Messa di domenica 12 novembre alla Cattedrale di TUNISI.

BREVE VIDEO della Santa Messa di domenica 12 novembre 2017, alla Cattedrale di TUNISI, con i Vescovi della Regione Nord Africa: un bel ricordo della vivacità pastorale africana.


lunedì 30 ottobre 2017

Dialogo educativo e testimonianza ecclesiale

Gli incontri e le attività del Nunzio Apostolico a Malta nelle ultime settimane hanno assunto caratteristiche particolari. Mons. D’Errico ha privilegiato contatti che gli hanno consentito un approfondimento dei temi cari al suo lavoro apostolico. Si è interessato della vita diocesana maltese, dei suoi orientamenti pastorali e amministrativi; ha discusso di teologia, di scuola e di educazione con i responsabili accademici; insieme con i Vescovi maltesi ha dato risonanza al cordoglio e alla preghiera del Santo Padre per la giornalista Dafne Caruana Galizia uccisa in un attentato; ha vissuto momenti importanti del dialogo interculturale ed interreligioso; ha condiviso momenti celebrativi e religiosi con le realtà ecclesiali e caritative presenti sull’isola.
Riportiamo la seguenza cronologica degli impegni tenuti da Mons. D’Errico nella seconda metà di ottobre; questi impegni sono stati anche direttamente presentati dal Nunzio, con ampie gallerie fotografiche, alla lettura degli amici e dei followers che visitano numerosi la sua pagina social.


Incontro con il Cancelliere della Curia Metropolitana di Malta.
Incontro con Mons. Lawrenz Gatt, Cancelliere della Curia Metropolitana di Malta e Cappellano Principale dell'Associazione Maltese del Sovrano Militare Ordine di Malta (18 ottobre 2017).

Un profilo di Mons. Gatt con la descrizione delle funzioni del Cancelliere è leggibile sul portale dell’Arcidiocesi di Malta




Incontro con il Provinciale degli Agostiniani, Presidente della Conferenza dei Superiori Maggiori.
Visita alla chiesa di San Marco in Rabat e alla Casa Provinciale dell'Ordine Agostiniano. Incontro con P. Raymond Francalanza, Superiore Provinciale e Presidente della Conferenza dei Superiori Maggiori, e con i Membri della Comunità (19 ottobre 2017).




Il cordoglio e la preghiera del Santo Padre per la giornalista uccisa.


Incontro con il Coordinatore Nazionale pre l’educazione religiosa.
Incontro con il Prof. Arian-Mario Gellel, dell'Università di Malta, Coordinatore Nazionale della Chiesa Cattolica per la Educazione Religiosa nelle Scuole, promotore e organizzatore della "Conferenza Internazionale sulla Educazione Religiosa Cattolica nelle Scuole" (Malta, 7-10 febbraio 2018).

Il Prof. Gellel è docente alla facoltà di Teologia e alla facoltò dell’Educazione. Sul portale dell’Università di Malta si legge un suo curriculum.



Incontro con la Suora Missionaria.
Incontro con sr. Gilda Manangan (Dhangs-dang), delle Francescane dei Sacri Cuori di Capua (già Missionaria a Malta dal 2007 al 2015). 23 ottobre

La Congregazione delle Suore Francescane dei Sacri Cuori, venne fondata nel 1866 dal beato Padre Simpliciano della Natività.  Il portale della Congregazione 




Incontro con l’Imam al Centro Islamico.
Visita al Centro Islamico di Paola (Malta).Incontro con l'Imam Mohammad Elsad e i suoi Collaboratori, Docenti e Alunni della "Maryan-al Batool School" (Scuola della Vergine Maria) (24 ottobre 2017).



Incontro con Segretario Amministrativo della Diocesi di Gozo.
Incontro con l'Ing. Victor Gusman, Segretario Amministrativo della Diocesi di Gozo (Malta) ( 25 ottobre 2017).



Visita alla Casa della Provvidenza.
CONCLUSIONE della Visita alla "CASA DELLA PROVVIDENZA " dell'arcidiocesi di Malta 
(26 ottobre 2017).

Questa visita è integrata con un video postato sulla pagina social del Nunzio che lo ritrae mentre commenta la memoria scritta. 




Celebrazione per la Festa della Madonna della Consolazione.
Festa della MADONNA DELLA CONSOLAZIONE alla Chiesa di San Marco in Rabat. Solenne Concelebrazione con il Superiore Provinciale Agostiniano, Padre Raymond Francalanza, il Priore Padre David Cortis e i Frati della Comunità (28 ottobre 2017).





Gli Auguri al Collaboratore della Nunziatura.

Auguri di Felice Onomastico al mio carissimo Collaboratore, Mons. Simon Bolívar Sanchez (28 ottobre 2017).




Celebrazione con la Scuola delle Agostiniane.
Visita alla "Saint Monica School" delle Suore Agostiniane. Santa Messa con docenti e alunne (Gzira, Malta, 30 ottobre 2017).


martedì 17 ottobre 2017

Malta nelle dinamiche ecclesiali ed umanitarie: l’attenzione di Papa Francesco nelle credenziali diplomatiche del Nunzio

Il 12 ottobre 2017 S. E. l’Arcivescovo Alessandro D’Errico, Nunzio Apostolico a Malta e in Libia, è stato ricevuto con tutti gli onori al Palazzo Presidenziale di La Valletta, per la consegna delle Credenziali Diplomatiche alla Signora Marie-Louise Coleiro Preca, Presidente della Repubblica di Malta.
La notizia ufficiale riportata dal portale ufficiale sull’agenda presidenziale del 12 Ottobre recita in inglese:
09:40 The President receives the Credentials from H.E. Mgr Alessandro D’Errico, Apostolic Nuncio, at The Palace, Valletta.
Sulla stessa agenda si legge anche la notizia del ricevimento che nel pomeriggio la Presidente da in onore dei nuovi ambasciatori accreditati:
19:00The President and Mr Preca host a reception in honour of the newly accredited Ambassadors and High Commissioners, at San Anton Palace.
In questo ricevimento Mons. D’Errico rivolge ufficialmente l’indirizzo di saluto a nome di Papa Francesco alla Presidente della Repubblica ed esprime gli orientamenti diplomatici della Santa Sede; orientamenti che fanno riferimento a Malta vista dal Santo Padre con una “attenzione privilegiata”, sia per le dinamiche ecclesiali dell’isola e sia per lo sviluppo economico e la collaborazione internazionale.
La notizia di questi due avvenimenti è stata anche affidata a due comunicati ufficiali pubblicati sul portale dell’Arcidiocesi di Malta: il primo illustrato con una breve scheda curriculare del Nunzio Apostolico; ed il secondo con la pubblicazione del discorso ufficiale tenuto da Mons. D’Errico all’assemblea del ricevimento presidenziale. Sul portale ecclesiastico sono state presentate anche due belle gallerie fotografiche che hanno sottolineato i momenti degli onori del mattino e quelli del ricevimento serale.
Presentiamo nel testo inglese i due comunicati letti sul portale dell’Arcidiocesi.

The Apostolic Nuncio presents his credentials to the President of Malta

THURSDAY 12 OCTOBER 2017
On Thursday, 12th October 2017, the Apostolic Nuncio, His Excellency Mgr Alessandro D'Errico, presented his credentials to the President of Malta, Marie-Louise Coleiro Preca, at The Palace in Valletta. During the ceremony, the President of Malta and the Apostolic Nuncio discussed bilateral relations.
Archbishop Alessandro D’Errico, the new Apostolic Nuncio in Malta, was born in Frattamaggiore, in Naples, Italy on 18th November 1950. He was ordained priest in 1974, and consecrated as Titular Archbishop of Carini in 1998. He studied at the Pontifical Academy in Rome and holds a doctorate in Philosophy.
Archbishop Alessandro D’Errico joined the Holy See Diplomatic Service in 1977 after having served in several nunciatures. Archbishop D’Errico was appointed Apostolic Nuncio in Pakistan (1999-2005), in Bosnia & Herzegovina (2005-2012), in Montenegro (2010-2012), and in Croatia (2012-2017).
Archbishop D’Errico is concurrently Apostolic Nuncio in Libya.


"The Holy Father and the Holy See look at Malta with a privileged attention" - Archbishop Alessandro D'Errico, Apostolic Nuncio

The Apostolic Nuncio's speech after the presentation of his credentials to the President of Malta

FRIDAY 13 OCTOBER 2017



Speech by the Apostolic Nuncio, Mgr Alessandro D’Errico

  • The President's Palace, Attard
    12th October 2017
    Your Excellency, Madam President,
    It has been a great honor for me to present to Your Excellency, the Letter of His Holiness Pope Francis, accrediting me as Apostolic Nuncio of the Holy See to the Republic of Malta, together with the Letter of Recall of my Predecessor.
    Recalling Your Excellency’s visits to the Vatican of 2014 and 2016, the Holy Father has instructed me to convey to Your Excellency, as well as to the Members of the Government of the Republic of Malta and to the civil authorities, his warm greetings and fervent wishes for the development, progress and prosperity of the country.
Madam President, it is well known that the Holy Father and the Holy See look at Malta with a privileged attention, for the multi-secular history of solid ties between this Nation and the Holy See and for the ecclesial dynamism of this Catholic community. The Holy Father is happy with the good relations between the Holy See and the Republic of Malta, which is sanctioned by the numerous bilateral agreements with the aim of a profitable collaboration at the service of the common good. He follows with great attention Malta’s contribution within the European Union. This contribution, in such sad situations of conflict in the Mediterranean and worrisome migration towards Europe, helps towards a search for solutions which both the Church and the Government are committed to in order to promote and implement adequate initiatives, respectful of the dignity of every person.
The Holy Father wishes that many positive fruits may be achieved through the economic progress which the Republic of Malta has been registering throughout these years. At the same time he hopes that together with this economic progress, opportune initiatives are also offered and indeed increased, to ameliorate the quality of life of citizens, especially with regard to the more vulnerable strata of society.
During the past few weeks since my arrival in Malta, with great joy I have been able to notice that the Catholic community is actively cooperating in achieving high standards of human and social welfare; and it wishes to continue to offer its contribution, especially in some of the fields more corresponding to its nature: such as culture, education, health care, assistance to needy people, defense of human rights.
As far as I am concerned, I shall be happy to play my part in the common search of initiatives and proposals that might allow Malta to cope with the challenges that it is facing, both locally and in the international community. And I shall be equally pleased to give my contribution for a fruitful collaboration with the civil authorities and institutions.
Madam President, at the beginning of my mission, let me add that I do hope and pray that the friendly relations, which so happily exist between Malta and the Holy See will continue to grow in the years to come. In advance I wish to express my gratitude for the support and cooperation of the civil authorities for the fulfillment of my mission.
May God bless Your Excellency, Your Family and the people of the Republic of Malta.
Thank you very much, Madame President!

Sulla pagina social del Nunzio, nei giorni che hanno preceduto la consegna della credenziali, si è potuto anche leggere altre notizie importanti relative ad incontri di lavoro e preliminari diplomatici. Significativi sono stati i seguenti pubblicati dallo stesso Nunzio che disponiamo in ordine cronologico.

MESSAGGIO PONTIFICIO PER LA CONFERENZA INTERNAZIONALE “OUR OCEAN“
(Malta , 5-6 ottobre 2017).

In questo post è linkata sul portale dell’Arcidiocesi di Malta anche la lettera inviata alla Conferenza a nome di Papa Francesco dal Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato; ne leggiamo alcuni brani nella traduzione ad sensum dall’inglese:

Quarta Conferenza Internazionale sul nostro Oceano, un Oceano per la Vita.
Sua Santità prende l'occasione per incoraggiare uno sforzo concertato per affrontare una serie di questioni urgenti che incidano direttamente sul benessere di innumerevoli uomini e donne: il traffico di esseri umani, il lavoro schiavo e le condizioni di lavoro disumane associate all'industria della pesca e al trasporto commerciale, e le opportunità di sviluppo nelle comunità costiere e le famiglie di coloro che pescano e la situazione delle isole minacciate dai livelli del mare in aumento.
Gli oceani ci uniscono e ci convocano per lavorare insieme. Come ha osservato Sua Santità in Laudato Si ', "tutto è interconnesso". Il nostro mondo deve oggi vedere che gli oceani sono una risorsa fondamentale nella lotta contro la povertà e il cambiamento climatico.
Gli oceani ci ricordano la necessità di educare per l'alleanza tra l'umanità e l'ambiente (cfr Laudato Si ', 209-215). A questo proposito, si dovrebbe impegnare a formare i giovani a prendersi cura degli oceani, ma anche, ove possibile, aiutandoli a crescere nella conoscenza, nell'apprezzamento e nella contemplazione della loro vastità e grandezza. Per la contemplazione della creazione ci può insegnare preziose lezioni e essere un'infinita fonte di ispirazione (cfr Laudato Si ', 85).
Con la certezza del mio profondo interesse per le deliberazioni della Conferenza, ho l'onore di ripetere i buoni auguri di preghiera di Papa Francesco e di trasmettere la sua benedizione.
Cordiali saluti, Segretario di Stato, Piero Card. Parolin.


7 ottobre. Un grande grazie a S. E. Mons. SILVANO TOMASI e al Dott. TEBALDO VINCIGUERRA per la loro apprezzatissima partecipazione alla Conferenza Internazionale "Our Ocean" e ... per il fraterno sostegno alla nostra missione a Malta e in Libia (7 ottobre 2017).



7 ottobre. Santa Messa alla Chiesa francescana di Rabat, con il Ministro Provinciale OFM, Fra RICHARD GRECH; Il Guardiano, Fra MARTIN COLEIRO; e i Frati della Comunità (Rabat 7 Ottobre 2017).


9 ottobre. Visita all' Ambasciatrice di Francia a Malta, S. E. la Sig.ra Beatrice le Fraper du Hellen (9 ottobre 2017).



9 ottobre. Incontro con il nuovo Ambasciatore d'Italia a Malta, S. E. il Dott. Mario Sammartino (9 ottobre 2017).



10 ottobre. Incontro di lavoro con S. E. Mons. Charles Scicluna, Arcivescovo di Malta, e S. E. Mons. Mario Grech, Vescovo di Gozo (10 ottobre 2017).



10 ottobre. Festa compleanno di Suor LILIAN CINTYA PALMA ROJAS , SOSC, "benjamina" della Nunziatura Apostolica a Malta (10 ottobre 2017).



11 ottobre. Santa Messa per il pellegrinaggio della Sezione francese dell'Ordine di Malta (Grotta di San Paolo, Rabat 11 ottobre 2017).


OMELIA (in lingua inglese)
1. Dear brothers and sisters in Christ, it is with great joy that we are gathered in this special place, so rich in history, and so dear for us Christians. St Paul, the great Apostle of the Nations, lived here for about three months. The Order of St John, of which you are members, was instrumental, from the early seventeenth century, in promoting and developing the relevance of this sacred place.
2. We have listened to the First Reading which describes the most important moments of the journey of Paul from the island of Crete, and how he and two hundred and seventy-five others with him on the ship suffered a terrible storm. As the Acts of the Apostles tells us, Paul reached the island of Malta, unexpectedly, because he was shipwrecked.
For many centuries, this site has been a place of pilgrimage because Paul was here. Pope St. John Paul II (in 1990) and Pope Benedict XVI (in 2010) both visited the Grotto and stopped here to pray.
Furthermore this place is important for the people of Malta in a very special way. Saint Paul evangelized the people of these Islands. He preached the Good News to them, after they had welcomed him with extraordinary kindness and generous hospitality.
3. Today’s Gospel passage tells us what the Risen Christ said to his Apostles before he ascended into heaven: “Go out to the whole world; proclaim the Gospel to all creation” (Mk 16:15). This is what Paul of Tarsus did. St Paul was a great missionary who evangelized many lands, particularly in Asia Minor and Greece, and also in Malta. Your pilgrimage to the Grotto and the Church of St Paul invites you to reflect upon our call, as Christians, to proclaim the Good News today. Pope Francis often speaks about a missionary Church (“un choix missionnaire”), a Church which “goes forth” (L’Église “en sortie”) (Evangelii Gaudium, nn. 24, 27, 46).
As men and women who have received the sacrament of Baptism, as well as committed members of the Order of St John, you too are called to embrace this mission with responsibility, enthusiasm and joy. Just think of the many occasions, in your daily life, when with a few words or by your Christian example, you may be living signs of the Good News of the Lord.
4. Finally let me share with you an important message of hope. Sometimes we may feel discouraged because Church attendance, in Europe, and especially in countries like France, has fallen dramatically. In the past, we used to have full churches, especially on Sundays and feast days. We then saw missionary work as being ad extra or ad gentes. We know how many missionaries left Europe to faraway lands!
Even for St. Paul, there were many occasions when he encountered difficulties: resistance, darkness and other problems. But he was never discouraged because his faith was in the Lord. He went on, even when faced with great difficulties.
Today, we have come to realize that missionary work in Europe is a mission ad intra, or, in other words, in our own cities. I trust that you too , when you will leave this grotto and Church, return to your activities with a renewed missionary commitment, even more reinforced in your conviction that this is your mission as Christians and as members of the Order of St. John in today’s world.
5. Dear brothers and sisters, this pilgrimage of yours brings you to a place where Tradition says the first Eucharist in Malta was celebrated. May our prayer, here, in the celebration of the Eucharist renew us in our Christian faith! Through the intercession of St Paul, may we become true missionaries of the 21st century, missionaries in our towns and cities! May our life be a true reflection of the Gospel message! May we pass Christ and his Gospel to others by what we say and what we do! Amen.


11 ottobre. Visita alla Segretaria Generale del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Malta, S.E. la Sig.ra Fiona Formosa (Palazzo Parisio, La Valletta, 11 ottobre 2017).



11 ottobre. Visita alla Direttrice Generale del Protocollo del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Malta, Sig.ra Kerstin Spiteri (Palazzo Parisio, La Valletta 11 ottobre 2017).



Anche nei giorni immediatamente seguenti la presentazione delle credenziali sulla pagina social del Nunzio si è continuato a leggere alcuni post relativi a incontri significativi. Li leggiamo ancora cronologicamente.

14 ottobre. Incontro con il Gruppo di Malta della Fondazione "Centesimus Annus", In occasione della Visita del Presidente e del Segretario Generale della Fondazione, Dott. Domingo Sugranyes e Dott. Eutimio Tiliacos (14 Ottobre 2017).



17 ottobre. Incontro con l'Ambasciatore di Tunisia a Malta, S. E. il Sig. Zyed Bouzouita (17 ottobre 2017).



17 ottobre. Incontro con l'Ambasciatore della Repubblica di Malta presso la Santa Sede, S. E. il Prof. George Gregory Buttigieg (17 ottobre 2017).